Frasi e citazioni antispeciste G

VAI ALL’INDICE DEGLI AUTORI

G

Certamente non siamo gli unici animali che vivono l’esperienza del dolore e della sofferenza. In altre parole, non c’è una linea netta tra l’animale uomo e il resto del regno animale. È una linea indistinta e lo sarà sempre…
Jane Goodall

La caccia è sempre una forma di guerra.
– Johann Wolfgang von Goethe

Frasi e citazioni antispeciste

La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali.
– Mahatma Gandhi (1869-1948)

Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo. 
– Mahatma Gandhi

L’arma più potente sulla terra è la forchetta.
– Mahatma Gandhi

Noi dovremmo essere capaci di rifiutarci di vivere se il prezzo del nostro vivere fosse la tortura di esseri senzienti.
– Mahatma Gandhi

Di tutti i crimini neri che l’uomo commette contro Dio ed il Creato, la vivisezione è il più nero.
– Mahatma Gandhi

La verità non danneggia mai una causa giusta.
– Mahatma Gandhi

Nel mondo c’è quanto basta per le necessità dell’uomo, ma non per la sua avidità.
– Mahatma Gandhi

Frasi e citazioni antispeciste

Spesso è così: quanto più è scomoda da udire, tanto più una verità è utile da dire.
– André Gide

Proprio Singer introduce nella discussione il concetto di “specismo”, cioè l’idea che la specie umana sia “naturalmente” sovraordinata alle altre: potremmo dire che lo specismo è un’altra faccia del razzismo. La differenza è cioè utilizzata per giustificare la discriminazione, la quale trova la sua reale radice nei rapporti di forza, nella concreta relazione di potere. Liberazione animale, uscito nel 1975 e continuamente ristampato, ha segnato uno spartiacque, aprendo la stagione dell’animalismo contemporaneo, che oggi comprende un filone – l’antispecismo – che a Singer deve molto, ma che è andato ben oltre le sue concezioni utilitariste.
– Lorenzo Guadagnucci

L’osservazione più cinica che potrebbe fare uno specista coerente […] è proprio questa: gli animali meritano ciò che facciamo loro, perché non sono in grado di opporsi, non riescono a ribellarsi, a battersi per la loro stessa dignità. È il principio di sopraffazione, ed è la spiegazione più convincente dell’oppressione animale, del consumo di massa delle loro carni: li segreghiamo, li violentiamo, li smontiamo in apposite istituzioni totali (allevamenti e macelli), semplicemente perché possiamo farlo. […] Una sopraffazione accettata con indifferenza: le strutture di dominio alimentano l’ideologia specista, banalizzano la violenza, possono contare sul conformismo sociale.
– Lorenzo Guadagnucci

Battersi per i diritti animali non è, come pensavo un tempo, un lusso o una forma di dedizione e di impegno civico lodevole ma tutto sommato minore, bensì una lotta, se inquadrata in chiave antispecista e nonviolenta, che ha un enorme potenziale come fattore di cambiamento, sia in senso politico, sia per la vita dei singoli individui.
– Lorenzo Guadagnucci

E’ tutto collegato. Quello che accade ora agli animali, succederà in seguito all’uomo. 
– Indira Gandhi